I peggiori disastri del mondo causati dalla mancanza di sonno

The World's Worst Disasters Caused by Sleep Deprivation

Ci siamo passati tutti: mettere il cartone del latte nell'armadietto della cucina invece che nel frigorifero, lasciare le chiavi nella serratura e uscire di casa indossando due scarpe diverse - e una camicia da notte. Questo è ciò che ci fa la privazione del sonno, ma le cose non sono sempre così innocenti. Le statistiche raccontano una storia molto più terrificante: un incidente stradale mortale su sei e più di 200.000 incidenti sul posto di lavoro all'anno sono presumibilmente il risultato di un sonno insufficiente. E non è tutto, alcuni dei più terribili disastri accaduti nel 20° secolo sono accaduti a causa della mancanza di sonno.


Fuoriuscita di petrolio della Exxon Valdez

La Exxon Valdez, un'enorme petroliera che trasportava più di 1.264.155 barili di petrolio, si arenò nel 1989 e causò la seconda più grande fuoriuscita di petrolio nella storia degli Stati Uniti. Si scoprì che l'incidente fu il risultato diretto della privazione del sonno: la Exxon Shipping Company stava cercando di risparmiare un po' di soldi e così aveva licenziato parte dell'equipaggio della nave, il che ha fatto sì che i membri dell'equipaggio rimanenti lavorassero molte ore per compensare. Dato che i loro turni erano di solito tra le 12 e le 14 ore, non c'è da meravigliarsi che un terzo ufficiale esausto si sia addormentato al volante e non sia riuscito a fare il suo lavoro.

La nave ha colpito la Bligh Reef di Prince William Sound e ha riversato da 42.000 a 144.000 m3 di petrolio greggio in mare aperto. Questo ha causato uno dei più devastanti disastri ambientali causati dall'uomo fino ad oggi. La ricerca più recente mostra che parte del petrolio rimane ancora sulle spiagge di Prince William Sound e fino a 725 km di distanza, e che molte specie animali colpite dalla fuoriuscita non si sono ancora riprese.


Disastro dello Space Shuttle Challenger

Il disastro dello Space Shuttle Challenger avvenne nel 1986, uccidendo tutti i 7 membri dell'equipaggio che erano a bordo del Challenger. La navetta spaziale si è spezzata dopo soli 73 secondi di volo, cosa che probabilmente si sarebbe potuta evitare se i dirigenti del team di lancio avessero dormito abbastanza la notte prima. Una lunga indagine che seguì l'incidente scoprì che alcuni di loro avevano dormito solo due ore prima di venire al lavoro quel giorno, il che chiaramente ebbe un effetto sostanziale sulle loro prestazioni.

L'incidente è stato visto in diretta da circa il 17% degli americani, che hanno assistito al lancio da tutto il paese. A causa dell'ampia copertura mediatica dell'incidente, le cattive notizie viaggiarono velocemente: circa l'85% degli americani aveva sentito parlare dell'incidente entro un'ora.


Il naufragio del treno della Canadian National

La collisione tra il treno 533 della Canadian National/Illinois Central Railway (CN/IC) diretto a sud e il treno 243 diretto a nord è avvenuta vicino a Clarkston, Michigan il 15 novembre 2001. Entrambi i membri dell'equipaggio del treno 243 sono stati uccisi, mentre due membri dell'equipaggio del treno 533 hanno subito gravi ferite. Circa 3.000 galloni di diesel sono stati rovesciati a seguito della collisione e il costo totale dell'incidente è stato di circa 1,4 milioni di dollari.

La ragione dell'incidente è stata, ancora una volta, la mancanza di sonno - ma questa volta, su due fronti. Si è scoperto che due membri dell'equipaggio di uno dei treni soffrivano di apnea notturna, che era la ragione dietro la loro insonnia cronica. Forse la parte più tragica della storia è il fatto che entrambi erano stati ripetutamente avvertiti della loro apnea ostruttiva del sonno e della sua influenza sulla loro capacità di guidare - ma entrambi hanno scelto di ignorare gli avvertimenti.


Volo Air France 447

Il volo 447 di Air France era programmato per trasportare passeggeri da Rio de Janeiro, Brasile a Parigi, Francia - ma non è mai arrivato a destinazione. Si è schiantato nell'Oceano Atlantico il 1° giugno 2009, uccidendo tutti i 228 passeggeri, l'equipaggio e il personale di bordo dell'aereo. Ad oggi, il volo 447 di Air France rimane uno degli incidenti aerei più mortali - ma si scopre che probabilmente avrebbe potuto essere evitato.

Secondo il rapporto ufficiale, il pilota Marc Dubois è riuscito a dormire solo un'ora la notte prima del volo, quindi stava facendo un pisolino quando l'aereo si è scontrato con una tempesta tropicale. Le condizioni meteorologiche avverse combinate con l'errore umano sono state sufficienti per mandare l'aereo a schiantarsi nell'oceano.